di Iacopo Barison

Se si vuole costruire un robot per come lo intende la maggioranza delle persone – magari con caratteristiche antropomorfe, due gambe, due braccia e una testa – di sicuro bisognerà ricorrere a motori e batterie. O meglio, questo è ciò che si credeva fino a qualche anno fa. Nell’ultimo periodo, infatti, abbiamo visto dei robot alimentati addirittura con l’umidità, tanto per citare uno degli esempi più curiosi, ma ora pare si sia scoperta una fonte di energia ancora più innovativa: i popcorn.

Ma in che modo i popcorn possono trasformarsi in energia? Una squadra della Cornell University, guidata da Steven Ceron , dottorando di ingegneria medica, sta lavorando proprio in questa direzione, dopo aver intuito che è possibile sfruttare la capacità del mais di trasformare il calore in forza meccanica con il suo caratteristico “pop”. I ricercatori hanno scoperto che alcuni tipi di popcorn aumentano di oltre 15 volte il loro volume originale, il che gli consente di funzionare abbastanza bene come fonte di energia monouso per robot progettati in modo intelligente. In un video girato appositamente per dare man forte alla loro tesi, la squadra di Ceron ha inquadrato tre diversi robot: uno che afferra una palla quando viene riscaldato da un filo, uno che solleva un peso quando viene posizionato all'interno di un forno a microonde e infine uno che chiude un artiglio meccanico quando esposto all'aria calda.

L'uso di popcorn per scopi del genere avrebbe molti lati positivi, a partire dal prezzo incredibilmente basso e dalla biodegradabilità. In futuro, ad esempio, si potrebbe pensare a dei robot destinati a decomporsi dopo l'utilizzo, in modo da ridurre il loro impatto ambientale.

Ma al di là degli usi meramente pratici, l'ingegneria alla base di questa nuova prospettiva robotica è molto avanzata e compie un passo importante verso l’obiettivo finale dell'ingegneria meccanica: i robot commestibili. Quest’ultimi sarebbero adatti per scopi medici – basti pensare a eventuali sonde digeribili dall’organismo umano. Insomma, mentre prepariamo i popcorn possiamo guardare con curiosità al futuro!